^ TORNA SU

Risedronato

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

Risedronato.jpg

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

E’ un aminobisfosfonato, un bifosfonato di seconda generazione, chiamato così per la presenza di un gruppo azotato. Residronato si lega alla superficie minerale dell’osso e riduce l’attività osteoclastica, migliorando cosi la densità ossea e riducendo le fratture vertebrali e dell’ anca.

[modifica] INDICAZIONI

  • Trattamento e prevenzione dell'osteoporosi postmenopausale, per ridurre il rischio di fratture vertebrali e dell'anca.
  • Trattamento dell'osteoporosi negli uomini ad elevato rischio di fratture.
  • Trattamento e prevenzione dell'osteoporosi indotta da terapia corticosteroidea sistemica per periodi prolungati (oltre i tre mesi) con una dose uguale o superiore a 7,5 mg/die di prednisone o composti equivalenti

[modifica] CONTROINDICAZIONI

  • Ipersensibilità al risedronato
  • Ipocalcemia
  • Gravidanza e allattamento
  • Grave compromissione della funzionalità renale (clearance della creatinina < 30 ml/min).

[modifica] POSOLOGIA

Trattamento dell'osteoporosi postmenopausale:

  • Una compressa da 75 mg per via orale per due giorni consecutivi al mese oppure
  • Una compressa da 35 mg una volta a settimana oppure
  • Una compressa da 5 mg tutti i giorni

Assumere la compressa prima di colazione, almeno 30 minuti prima di mangiare o bere qualsiasi cosa tranne il bicchiere di acqua di rubinetto che serve per deglutire la compressa. Evitare di coricarsi per 30 minuti dopo l'assunzione.

Non è stata stabilità la durata ottimale del trattamento con bisfosfonati per l’osteoporosi.

[modifica] AVVERTENZE

  • I bifosfonati sono stati associati a esofagiti, gastriti, ulcere esofagee e ulcere gastroduodenali. (seguire le istruzioni sulla somministrazione scrupolosamente).
  • I bifosfonati possono essere causa di osteonecrosi a carico della mascella/mandibola. Esistono potenziali fattori predisponenti l’osteonecrosi della mandibola, tra i quali le estrazioni dentarie, scarsa igiene orale, l’uso di corticosteroidi, l’abuso di alcool e tabacco, chemioterapia e radioterapia.
  • Sono state riportate fratture atipiche del femore. i pazienti devono essere informati di segnalare qualsiasi dolore alla coscia, all’anca o all’inguine per escludere una frattura del femore
  • Sono stati riportati dolori ossei, articolari e/o muscolari dopo pochi giorni o diversi mesi dall’inizio del trattamento. Interrompere il farmaco se si sviluppano gravi sintomi

[modifica] INTERAZIONI

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

Effetti collaterali più comuni includono: Gastrite erosiva, nausea, dolore addominale, dolore muscoloscheletrico e cefalea

Reazioni di ipersensibilità (angioedema, rash generalizzato, reazioni cutanee bollose), ed infiammazione dell'occhio (irite, uveite) sono stati riportati raramente

[modifica] LINK CORRELATI

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social