^ TORNA SU

Nitroderivati

Da Wikifarmaco.

Indice

[modifica] Strutture


[modifica] Meccanismo d'azione

Sono vasodilatatori, agiscono mediante liberazione di ossido nitrico (NO) a livello della muscolatura liscia. L'ossido nitrico attiva la guanilato ciclasi e determina un incremento del GMPc citoplasmatico. il GMPc a sua volta attiva una Proteina kinasi G (PKG) che fosforila e attiva le pompe Ca2+-ATPasi che si trovono a livello della membrana plasmatica e del reticolo sarcoplasmatico, l'attivazione di queste pompe aiuta a rimuovere il Calcio dal citoplasma all'esterno della cellula provocando un rilassamento delle cellule muscolari lisce.

A livello del cuore provocano una dilatazione delle coronarie migliorando la perfusione del miocardio e di conseguenza l'ossigenazione.

I nitroderivati provocano dilatazione sia della vene che delle arterie. L’effetto sul sistema venoso prevale su quello arterioso a bassi dosaggi, riducendo il precarico poiché diminuiscono il ritorno venoso al cuore. La riduzione del precarico comporta una diminuzione del lavoro miocardico e del consumo di osssigeno.

[modifica] Vie di somministrazione

[modifica] LINK CORRELATI

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social