^ TORNA SU

Metilfenidato

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

Metilfenidato.jpg

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

Nel disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD), si pensa che il metilfenidato agisce bloccando la ricaptazione (Reuptake) della noradrenalina e della dopamina a livello dei neuroni presinaptici, aumentando in questo modo il rilascio di queste monoamine nello spazio extraneuronale e migliorando l'attività nelle aree del cervello che controllano l'attenzione, la focalizzazione dell’attenzione, la concentrazione e i comportamenti impulsivi.

[modifica] INDICAZIONI

Trattamento del disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività (ADHD) nei bambini di età superiore o uguale a 6 anni e negli adolescenti come parte di un programma di trattamento multimodale (Il trattamento di solito comprende anche misure terapeutiche di tipo psicologico, educativo e sociale). L’ADHD è una condizione nella quale i bambini mostrano una persistente inabilità alla concentrazione, iperattività e comportamenti impulsivi, che può portare a problemi psicologici, emozionali, sociali ed educativi.

[modifica] CONTROINDICAZIONI

  • Ipersensibilità al metilfenidato
  • Ansia, tensione, agitazione, ipertiroidismo, aritmie cardiache, angina pectoris grave e glaucoma. (Metilfenidato può aggravare questi sintomi)
  • Pazienti con tic motori, nei pazienti che abbiano fratelli o sorelle con tic e nei pazienti con diagnosi o storia familiare di sindrome di Tourette.
  • Gravidanza e allattamento

[modifica] POSOLOGIA

Il dosaggio deve essere personalizzato secondo le necessità cliniche e la risposta del paziente.

Iniziare con 5 mg una o due volte al giorno (per esempio a colazione e a pranzo) procedendo con incrementi settimanali di 5-10 mg. La dose totale giornaliera deve essere suddivisa in più somministrazioni. Dosaggio massimo: 60 mg al giorno.

La somministrazione del farmaco va sospesa periodicamente per valutare le condizioni del bambino. Il miglioramento può continuare anche quando la somministrazione del farmaco è temporaneamente sospesa o definitivamente interrotta.

[modifica] AVVERTENZE

[modifica] INTERAZIONI

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

Effetti indesiderati più comuni sono: Nervosismo, insonnia (Si presentano all’inizio del trattamento ma possono essere solitamente controllate riducendo il dosaggio e/o saltando la dose pomeridiana o serale), dolori addominali, nausea, vomito, diminuzione dell’appetito e perdita di peso, cefalea, secchezza delle fauci, nausea, ansia, tachicardia, vertigini, irritabilità, e iperidrosi (aumento della sudorazione)

[modifica] LINK CORRELATI

  • [[]]

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social