^ TORNA SU

Etinilestradiolo/Clormadinone

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

Etinilestradiolo e’ un estrogeno largamento usato nei contraccettivi, in associazione di un progestinico, in questo caso il Clormadinone

Il ciclo mestruale e’ regolato dalla funzione dell’asse ipotalamo-ipofisi-ovaio. A livello dell’ipotalamo viene rilasciato in modo pulsatile il GnRH. Questo agisce sull’ipofisi inducendo la produzione ed il rilascio, sempre in modo pulsatile, delle gonadotropine (FSH ed LH), le quali vanno poi a stimolare la funzione delle ovaie:

  • L’FSH regola la crescita e la maturazione dei follicoli ovarici e la produzione di estrogeni da parte delle cellule della teca follicolare.
  • L’LH stimola la produzione di progesterone e Il pico di L’LH a meta’ ciclo stimola l'ovulazione.

La somministrazione dell’etinilestradiolo garantisce la contraccezione inibendo per un fenomeno di feedback negativo il rilascio del GnRH ipotalamico e di conseguenza anche delle gonadotropine ipofisarie prevenendo quindi il picco di LH fondamentale per l’ovulazione.

Clormadinone è un progestinico di sintesi derivato dal 17α-idrossiprogesterone con proprietà antiandrogeniche. Il suo effetto si basa nel rendere il muco cervicale piu’ denso impedendo il passaggio degli spermatozoi nell’utero e sulla capacità di dislocare gli ormoni androgeni dai loro recettori.

L'associazione di Clormadinone acetato all'Etinilestradiolo permette di contrastare gli effetti sfavorevoli di quest'ultimo sia sulla ritenzione di liquidi che sul tessuto adiposo ed e' utile il suo impiego in donne che hanno bisogno di una pillola con spiccata attività antiandrogenica con problemi di acne, seborrea, alopecia ed irsutismo.

[modifica] INDICAZIONI

Contraccezione ormonale

[modifica] CONTROINDICAZIONI

I contraccettivi orali combinati non devono essere utilizzati nelle condizioni sotto elencate. Inoltre l’uso di BELARA deve essere interrotto immediatamente in caso sopraggiunga una di queste situazioni:

  • trombosi venosa o arteriosa pregressa o in corso, (per esempio trombosi venosa profonda, embolia polmonare, infarto miocardico, ictus)
  • prodromi o primi segni di trombosi, tromboflebiti o sintomi embolici, per esempio attacco ischemico transitorio, angina pectoris
  • interventi chirurgici programmati (almeno 4 settimane prima dell’intervento) e per i periodi di immobilità, ad esempio dopo incidenti (es. apparecchi gessati dopo un incidente)
  • diabete mellito con sofferenza vascolare
  • diabete non controllato
  • ipertensione non controllata o aumento significativo della pressione arteriosa (valori costantemente superiori a 140/90 mm Hg)
  • epatite, ittero, alterata funzionalità epatica fino a quando i valori di funzionalità epatica sono tornati normali
  • prurito generalizzato, colestasi, specialmente durante una precedente gravidanza o terapia estrogenica
  • sindrome di Dubin-Johnson, sindrome di Rotor, disturbi del flusso biliare
  • anamnesi di tumore epatico pregresso o in atto
  • dolore epigastrico grave, ingrossamento del fegato o sintomi di emorragia intraddominale (vedi sezione 4.8)
  • inizio o ricaduta di porfiria (tutte e 3 le forme, in particolare la porfiria acquisita)
  • presenza o anamnesi di tumori maligni ormono-sensibili per es. della mammella o dell’utero
  • gravi alterazioni del metabolismo lipidico
  • pancreatite o anamnesi di pancreatite se associata con ipertrigliceridemia grave
  • comparsa di emicrania o di attacchi più frequenti di cefalea di inusuale intensità
  • anamnesi di emicrania con sintomi neurologici focali (emicrania accompagnata)
  • disturbi sensoriali ad insorgenza acuta, es. disturbi della vista o dell’udito
  • disturbi motori (in particolare paresi)
  • aumento di frequenza di crisi epilettiche
  • depressione di grado severo
  • otosclerosi aggravatasi durante precedenti gravidanze
  • amenorrea da causa non accertata
  • iperplasia endometriale
  • sanguinamento genitale da causa non accertata
  • ipersensibilità al clormadinone acetato, all’etinilestradiolo o agli eccipienti.


La presenza di un fattore di rischio grave o di fattori di rischio multipli per trombosi venosa o arteriosa possono costituire controindicazione:

Il rischio tromboembolico venoso è aumentato dai fattori seguenti:

  • età
  • anamnesi familiare positiva (es. trombosi venosa o arteriosa in fratelli, o genitori in età relativamente giovane). Se si sospetta una predisposizione ereditaria è preferibile richiedere una visita specialistica prima di decidere l’uso di COC.
  • immobilizzazione protratta (vedi sezione 4.3)
  • obesità (indice di massa corporea > a 30 Kg/m2).

Il rischio di tromboembolia arteriosa aumenta con:

  • età
  • fumo
  • dislipoproteinemia
  • obesità (indice di massa corporea > 30 kg/m2)
  • ipertensione
  • disfunzione delle valvole cardiache
  • fibrillazione atriale
  • anamnesi familiare positiva per tromboembolia arteriosa in fratelli o genitori in età relativamente giovane. Se si sospetta predisposizione ereditaria è preferibile richiedere una visita specialistica prima di decidere l’impiego di COC.

[modifica] POSOLOGIA

Iniziare la prima compressa il primo giorno del ciclo mestruale. il blister contiene 21 compresse che coprono 21 giorni. Finito il blister, interrompere per 7 giorni poi iniziare con una nuova scatola.

La prima compressa può anche essere assunta dal 2° al 5° giorno del periodo mestruale sia che l’emorragia sia terminata o no. In questo caso occorrerà prendere ulteriori misure contraccettive per i primi 7 giorni di somministrazione.

Se le mestruazioni sono iniziate da più di 5 giorni, occorre attendere il successivo periodo mestruale per iniziare la terapia.

Ogni compressa deve essere assunta ogni giorno alla stessa ora (preferibilmente alla sera)

Assunzione non corretta Se si è dimenticato di assumere una compressa, ma la si assume comunque entro 12 ore, non sono necessarie ulteriori misure contraccettive. Le successive compresse vanno assunte come di norma. Se sono passate più di 12 ore dalla dimenticanza, l’effetto contraccettivo è ridotto. La compressa dimenticata deve essere assunta immediatamente. Le compresse successive devono essere assunte all’ora usuale. Inoltre devono essere prese ulteriori misure contraccettive meccaniche, ad esempio i preservativi, per i successivi 7 giorni.

[modifica] AVVERTENZE

  • Fumo: Il fumo aumenta il rischio di severi effetti collaterali cardiovascolari se associato all’impiego dei contraccettivi orali combinati (COC). Il rischio aumenta con l’età e con il numero di sigarette ed è molto pronunciato nelle donne oltre i 35 anni di età. Le pazienti fumatrici oltre i 35 anni di età devono adottare altri metodi contraccettivi.
  • La somministrazione di contraccettivi orali combinati (COC) comporta un rischio aumentato di malattie severe, quali infarto miocardico, tromboembolia, ictus o tumori epatici rispetto a chi non li usa.
  • Fattori di rischio come l’ipertensione, l’iperlipidemia, l’obesità e il diabete aumentano distintamente il rischio di morbilità e di mortalità.
  • Sintomi di una trombosi venosa o arteriosa potrebbero essere:
    • dolore e /o gonfiore ad un gamba
    • improvviso e forte dolore toracico con o senza irradiazione al braccio sinistro
    • improvvisa dispnea, improvviso attacco di tosse da causa non nota
    • inattesa intensa e persistente cefalea
    • improvvisa perdita parziale o totale della vista, diplopia, disartria o afasia
    • vertigini, perdita di conoscenza che in taluni casi può includere un attacco di epilessia focale
    • improvvisa debolezza o intorpidimento di un lato del corpo o di parte di esso
    • disturbi motori
    • dolore addominale acuto.
  • In rari casi, nelle pazienti che assumono contraccettivi orali, sono stati riscontratitumori epatici benigni ed, in casi ancora più rari, tumori maligni.
  • Spotting o emorragie intermestruali : i contraccettivi orali possono causare perdite ematiche irregolari (spotting o emorragie intermestruali), in particolare durante i primi mesi d’uso. Pertanto una valutazione medica dell’irregolarità del ciclo deve essere fatta dopo un periodo di assestamento di circa tre cicli. Se durante la somministrazione della pillola le emorragie intermestruali persistono o si verificano dopo precedenti cicli regolari, deve essere effettuato un controllo medico per escludere una gravidanza o una malattia organica. Dopo l’esclusione di gravidanza o di malattia organica la somministrazione della pillola può essere continuata o si può passare all’impiego di altro prodotto. L’emorragia intermestruale può essere indice di un’insufficiente efficacia contraccettiva.
  • Assenza di flusso mestruale: Dopo 21 giorni di assunzione, normalmente si ha un’emorragia da sospensione. Occasionalmente, particolarmente nei primi mesi di terapia, il flusso può non verificarsi; questo fenomeno non deve essere interpretato come ridotta efficacia contraccettiva. Se il flusso non si verifica dopo un ciclo in cui non è stata dimenticata alcuna compressa, non è stato prolungato l’intervallo di 7 giorni, non sono stati assunti altri farmaci e non si sono verificati episodi di vomito o diarrea, non è probabile un concepimento e la pillola può essere continuata.

[modifica] INTERAZIONI

I seguenti farmaci o sostanze attive possono ridurre la concentrazione plasmatica dell’etinilestradiolo; Nel caso di concomitante trattamento con questi farmaci o sostanze attive, devono essere usati addizionali metodi contraccettivi meccanici durante il periodo di trattamento e i sette giorni successivi. Con l'uso di farmaci che riducono la concentrazione plasmatica di etinilestradiolo per induzione degli enzimi microsomiali epatici, addizionali metodi contraccettivi meccanici devono essere usati fino a 28 giorni dopo il termine del trattamento.


Farmaci o sostanze attive che possono aumentare la concentrazione plasmatica di etinilestradiolo:


L’etinilestradiolo può modificare il metabolismo di altre sostanze attive:

  • inibendo gli enzimi microsomiali epatici ed elevando di conseguenza la concentrazione plasmatica di sostanze attive come il diazepam (ed altre benzodiazepine metabolizzate per idrossilazione), la ciclosporina, la teofillina ed il prednisolone
  • inducendo la glicuroconiugazione epatica e riducendo di conseguenza la concentrazione plasmatica di clofibrato, paracetamolo, morfina e lorazepam.
  • Il fabbisogno di insulina o di antidiabetici orali può modificarsi in conseguenza dell’effetto sulla tolleranza al glucosio.

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

i più comuni sono: Sanguinamento intermestruale (spotting),oligomenorrea, amenorrea (mancanza di mestruazioni), dismenorrea (mestruazioni dolorose), acne, irritabilità, alterazioni nella libido, pesantezza alle gambe, dolore al seno, nausea, vomito, cefalea, vertigini, aumento della pressione sanguigna, disturbi visivi, ritenzione idrica e aumento ponderale.

Effetti indesiderati gravi: Aumentato rischio di tromboembolia(trombosi venosa profonda, ictus, infarto miocardico e embolia polmonare), questo rischio aumenta con l'età, nelle donne che fumano e che soffrono di ipertensione.

[modifica] LINK CORRELATI

  • [[]]
Acne
Antibiotici (Uso topico) Clindamicina (Clindamicina same, Dalacin T, Zindaclin gel)   Eritromicina (topico) (Eritromicina IDI gel, Eryacne, Zineryt)   Nadifloxacina (Nadixa)

Antibatterico, Antinfiammatorio, Esfoliante (Uso topico)

Acido azelaico (Finacea gel, Skinoren crema)
Antibatterico (Uso topico) Benzoilperossido (Benzac gel, Panoxyl crema)
Retinoidi (Uso topico) Adapalene (Differin (Gel-Crema))   Tazarotene (Zorac)   Isotretinoina (Isotrex)   Tretinoina (Airol, Tretinoina same)
Combinazioni (Uso topico) Benzoilperossido / Clindamicina (Duac gel)   Benzoilperossido / Adapalene (Epiduo gel)   Isotretinoina / Eritromicina (Isotrexin)
Antibiotici orali Doxiciclina (Bassado, Miraclin)   Eritromicina (Eritrocina)   Josamicina (Iosalide)   Limeciclina (Tetralysal)   Minociclina (Minocin)   Tetraciclina (Ambramicina)
Retinoidi orali Isotretinoina (Aisoskin, Isoriac..)
Terapia ormonale Etinilestradiolo / Ciproterone (Diane, Visofid)   Etinilestradiolo / Clormadinone (Belara, Cloretinyl, Eve, Lybella, Naveen)   Estradiolo / Dienogest (Klaira)   Flutamide (Flutamide generico)
Altri Cistina (Cistidil)   Nicotinamide (Nicotinamide IDI)

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social