^ TORNA SU

Cromabak

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Indice

1 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

CROMABAK 20 mg/ml collirio, soluzione

2 COMPOSIZIONE

Un millilitro di collirio contiene 20 mg di sodio cromoglicato.

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere il foglio illustrativo.

3 FORMA FARMACEUTICA

Collirio, soluzione.

4.1 INDICAZIONI

Trattamento sintomatico delle congiuntiviti allergiche

4.2 POSOLOGIA

Cromabak 20 mg/ml, collirio soluzione per esclusivo uso oftalmico.


Il sodio cromoglicato deve essere utilizzato con continuità anche successivamente al periodo di esposizione all’allergene, in modo da tenere sotto controllo la sintomatologia.


Se il trattamento viene sospeso durante il periodo di esposizione all’allergene, i sintomi possono ricomparire.


Posologia:

Adulti e bambini: secondo l’intensità dei sintomi 1 goccia di collirio, da 2 a 6 volte al giorno, a intervalli regolari, deve essere somministrata nel sacco congiuntivale inferiore dell’occhio interessato.


Per i bambini è necessaria la prescrizione medica.


In caso di trattamento concomitante con altro collirio, aspettare 15 minuti tra un’instillazione e l’altra.


Somministrazione

I pazienti devono essere istruiti:

  • Lavarsi accuratamente le mani prima di procedere all’instillazione,
  • Evitare il contatto della punta del contenitore con l’occhio o le palpebre.

4.3 CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità al sodio cromoglicato o a uno qualsiasi degli eccipienti.

4.4 AVVERTENZE E PRECAUZIONI

Il paziente deve essere istruito a non superare la posologia raccomandata. Se i sintomi persistono o peggiorano il paziente deve consultare il medico.


L’assenza di conservante permette l’utilizzo di questo collirio quando si portano lenti a contatto. Comunque, i pazienti allergici, che portano lenti a contatto, devono consultare il medico.

4.5 INTERAZIONI

Non pertinente

4.6 GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Dati pubblicati su un limitato numero di pazienti in gravidanza, non hanno evidenziato reazioni avverse, al sodio cromoglicato né per la gestante, né per la salute del feto/ neonato.

Studi condotti su animali, non hanno indicato un diretto o indiretto effetto nocivo per quanto riguarda tossicità riproduttiva. Dato il trascurabile assorbimento sistemico dopo somministrazione topica oculare, non è atteso nessun evento avverso e il sodio cromoglicato 20mg/ml collirio soluzione può essere utilizzato durante la gravidanza.


Allattamento

Dato il trascurabile assorbimento sistemico dopo somministrazione topica oculare, non è atteso nessun evento avverso e il sodio cromoglicato 20 mg/ml collirio soluzione può essere utilizzato durante l’allattamento.

4.7 EFFETTI SUL GUIDARE/USARE MACCHINARI

Un disturbo visivo transitorio può verificarsi dopo l’instillazione di sodio cromoglicato 20 mg/ml collirio soluzione.


In questo caso al paziente deve essere sconsigliato di guidare o utilizzare macchinari pericolosi, fino alla completa scomparsa del disturbo visivo.

4.8 EFFETTI INDESIDERATI

Reazione di ipersensibilità al sodio cromoglicato o a uno qualsiasi degli eccipienti. Disturbo visivo transitorio (bruciore, dolore pungente) dopo l’instillazione del collirio.

4.9 SOVRADOSAGGIO

Non ci sono dati disponibili riguardanti ingestione accidentale del sodio cromoglicato 20 mg/ml collirio soluzione.


DATA DI REVISIONE DEL TESTO: Gennaio 2013 </div>

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social