^ TORNA SU

Brunicrom

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Indice

1 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

BRUNICROM 2% collirio, soluzione

2 COMPOSIZIONE

100 ml di soluzione contengono:

Principio attivo: Sodio cromoglicato 2 g

Per gli eccipienti vedere il foglio illustrativo.

3 FORMA FARMACEUTICA

Collirio, soluzione in contenitori monodose da 0,3 ml.

4.1 INDICAZIONI

Trattamento preventivo di forme allergiche oculari quali congiuntivite allergica e cheratocongiuntivite primaverile.

4.2 POSOLOGIA

Instillare una o due gocce del collirio nel sacco congiuntivale inferiore di ogni occhio 4 volte al giorno.

Quando possibile, il trattamento va iniziato prima dell'esposizione allo stimolo allergico e continuato con regolarità durante tutto il periodo di esposizione o comunque fino alla remissione della sintomatologia.

Modo di somministrazione:

Ogni contenitore contiene una quantità di collirio sufficiente per un solo trattamento di entrambi gli occhi.

Aprire la bustina. Staccare con cautela un contenitore monodose. Richiudere accuratamente la bustina contenente i rimanenti contenitori monodose ripiegando i lembi del lato aperto. Aprire il contenitore monodose facendo ruotare la parte superiore piatta. Instillare la soluzione negli occhi e gettare il contenitore dopo l'uso.

4.3 CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità al sodio cromoglicato.

4.4 AVVERTENZE E PRECAUZIONI

Evitare di toccare l'occhio con il beccuccio del contenitore. Il collirio è presentato in contenitori monodose sterili e non contiene conservanti; pertanto può essere usato anche da pazienti portatori di lenti a contatto.

Ogni microflacone deve essere eliminato dopo l'uso.

4.5 INTERAZIONI

Non sono note interazioni con altri medicamenti. Nel caso di trattamento concomitante con altro collirio, lasciare 15 minuti d'intervallo tra le instillazioni dei due diversi farmaci.

4.6 GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

La somministrazione durante il primo trimestre di gravidanza deve essere limitata ai casi di effettiva necessità.

Gli studi condotti sugli animali hanno evidenziato che il sodio cromoglicato difficilmente si ritrova nel latte materno. Non sono riportati dalla letteratura scientifica effetti indesiderati sui bambini allattati al seno.

4.7 EFFETTI SUL GUIDARE/USARE MACCHINARI

Nessun effetto noto.

4.8 EFFETTI INDESIDERATI

L'instillazione del collirio può talvolta provocare localmente bruciore e/o prurito transitori.

4.9 SOVRADOSAGGIO

Non sono stati segnalati a tutt'oggi casi di sovradosaggio e, dato lo scarso assorbimento del sodio cromoglicato, è estremamente improbabile che possano verificarsi.


DATA DI REVISIONE DEL TESTO: Luglio 2005 </div>

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social