^ TORNA SU

Branigen

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Indice

1 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

BRANIGEN 500 mg compresse gastroresistenti

BRANIGEN 308 mg/ml polvere per soluzione orale

BRANIGEN 500 mg polvere per soluzione orale

BRANIGEN 500 mg/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile

2 COMPOSIZIONE

500 mg compresse gastroresistenti

Una compressa contiene:

Principio attivo

L–acetilcarnitina HCl: 590,0 mg

pari a 500 mg di sale interno

308 mg/ml polvere per soluzione orale

Un flacone da 12,316 g contiene:

Principio attivo

L–acetilcarnitina HCl: 12,00 g

pari a 10,17 g di sale interno

500 mg polvere per soluzione orale

Una bustina contiene:

Principio attivo

L–acetilcarnitina HCl: 590,0 mg

pari a 500 mg di sale interno

500 mg/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile

Un flaconcino contiene:

Principio attivo

L–acetilcarnitina: 500 mg

Una fiala solvente contiene:

Acqua p.p.i.: 4 ml

Per gli eccipienti vedere il foglio illustrativo.

3 FORMA FARMACEUTICA

Compresse gastroresistenti, polvere per soluzione orale in flacone, polvere per soluzione orale in bustine, polvere e solvente per soluzione iniettabile.

4.1 INDICAZIONI

Lesioni meccaniche e infiammatorie tronculari e radicolari del nervo periferico.

4.2 POSOLOGIA

0,5 – 1,5 g al giorno in 2–3 somministrazioni, secondo prescrizione medica.

La forma iniettabile può essere somministrata sia per via intramuscolo che endovena.


Preparazione della soluzione orale

Diluire il contenuto del flacone con acqua di fonte fino alla linea di fede riportata sull’etichetta.

La soluzione ricostituita ha un volume di 33 ml e si conserva per 25 giorni in frigorifero.

Ogni ml di soluzione contiene 308 mg di L–acetilcarnitina sale interno.

Le bustine devono essere sciolte in mezzo bicchiere d’acqua.

4.3 CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

4.4 AVVERTENZE E PRECAUZIONI

Il farmaco non presenta rischio di assuefazione o dipendenza.

La somministrazione di BRANIGEN per via orale non richiede speciali precauzioni d’uso mentre la somministrazione endovenosa va effettuata lentamente. Sono possibili, in tale forma di somministrazione, arrossamenti con sensazione di calore al volto.

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini.

4.5 INTERAZIONI

Non sono note interazioni negative con altri farmaci.

4.6 GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Benchè negli studi sull’animale non si sia mai osservato alcun effetto dannoso sul feto, nella donna nel primo trimestre di gravidanza e durante l’allattamento sarà opportuno somministrare il farmaco nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

4.7 EFFETTI SUL GUIDARE/USARE MACCHINARI

La L–acetilcarnitina non influisce sulla capacità di guidare nè sull’uso di macchinari.

4.8 EFFETTI INDESIDERATI

Sono stati segnalati sporadici casi di lieve eccitazione che regrediscono prontamente con la diminuzione della posologia.

4.9 SOVRADOSAGGIO

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.


DATA DI REVISIONE DEL TESTO: Marzo 2008 </div>

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social