^ TORNA SU

Bezafibrato

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

Bezafibrato.jpg

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

Agisce principalmente aumentando il catabolismo delle lipoproteine ricche di trigliceridi (VLDL), riducendo quindi i livelli dei trigliceridi sierici.

Come gli altri fibrati, il bersaglio del Bezafibrato è il recettore PPARα, un recettore di una proteina specifica appartenente alla famiglia delle proteine cellulari denominate “Peroxisomal Proliferator Activated Receptor” (PPAR) dove funge da debole agonista. l'attivazione di questo recettore stimola l’ossidazione degli acidi grassi, aumenta la sintesi della Lipoproteina lipasi, riduce la produzione di apoproteina CIII e provoca un aumento della sintesi delle apoproteine AI e AII provocando un aumento delle lipoproteine ad alta densità (HDL).

il risultato e' una :

  • Riduzione dei Trigliceridi
  • Riduzione dei VLDL
  • Modesta riduzione delle LDL
  • Moderato aumento delle HDL

[modifica] INDICAZIONI

  • Trattamento dell’ipertrigliceridemia grave*
  • Iperlipidemia mista (Trigliceridi e colesterolo alto), quando una statina è controindicata o non tollerata.*

*I fibrati (Bezafibrato, Fenofibrato e Gemfibrozil) in generale non devono essere utilizzati come terapia di prima scelta, tranne che nei pazienti con ipertrigliceridemia grave e in pazienti che non possono utilizzare le statine. [1]

[modifica] CONTROINDICAZIONI

  • Ipersensibilità al Bezafibrato o ad altri fibrati
  • Reazioni di fototossicità durante la terapia con il Bezafibrato od altri Fibrati
  • Gravi alterazioni delle funzionalità epatiche.
  • Gravi problemi renali.
  • Preesistenti calcolosi della cistifellea
  • Concomitante trattamento con inibitori della HMG CoA riduttasi (statine) in pazienti con fattori predisponenti ad una miopatia (ridotta funzionalità renale, gravi infezioni, traumi, interventi chirurgici o alterazioni del bilancio ormonale o elettrolitico)
  • Gravidanza e allattamento.
  • Bambini e adolescenti sotto i 18 anni.

[modifica] POSOLOGIA

Una compressa da 400 mg a rilascio prolungato al giorno dopo un pasto

[modifica] AVVERTENZE

[modifica] INTERAZIONI

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

  • Comuni: nausea e riduzione dell'appetito.
  • Meno comuni: Vomito, diarrea, flatulenza, aumento delle transaminasi, formazione di calcoli biliari, disturbi muscolari tipo mialgia, miosite, aumento della creatininkinasi (CPK), spasmi muscolari e debolezza, Ipersensibilità cutanea (rash, prurito e orticaria) e reazioni di fototossicità, cefalea, embolia polmonare, aritmia (Raramente), calo della libido e raramente rabdomiolisi (l'incidenza di rabdomiolisi aumenta specialmente nei pazienti con alcune patologie, quali l’alterazione della funzionalità renale, diabete, ipotiroidismo e nei soggetti in età avanzata)

[modifica] Note

  1. http://www.ema.europa.eu/ema/index.jsp?curl=pages/news_and_events/news/2010/10/news_detail_001135.jsp&mid=WC0b01ac058004d5c1

[modifica] LINK CORRELATI

Ipolipemizzanti
Statine (inibitori della HMG-CoA riduttasi) Atorvastatina (Torvast, Totalip, Atorvastatina generico compresse)   Fluvastatina (Lescol)   Lovastatina (Lovinacor, Rextat, Tavacor)   Pravastatina (Aplactin, Prasterol, Pravaselect, Selectin)   Rosuvastatina (Crestor, Provisacor, Simestat)   Simvastatina (Liponorm, sinvacor, Sivastin, Zocor)
Fibrati Bezafibrato (Bezalip)   Fenofibrato (Fulcro, Fulcrosupra)   Gemfibrozil (Lopid)
Sequestranti degli acidi biliari Colestiramina (Questran)
Inibitori dell'assorbimento del colesterolo Ezetimibe (Absorcol, Emetib, Ezetrol, Zetia)
Combinazioni Simvastatina/Ezetimibe (Goltor, Inegy, Vytorin, Zeklen)

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social