^ TORNA SU

Benzilpenicillina

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:
Chinoloni
Macrolidi

Indice

[modifica] STRUTTURA

Benzilpenicillina.jpg

la struttura e' caratterizzata della presenza dell’anello beta-lattamico, legato ad un anello tiazolidinico

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

Chiamata anche penicillina G, e' un antibiotico beta-lattamico ad azione battericida tempo-dipendente. Agisce inibendo la sintesi della parete della cellula batterica .Infatti il peptidoglicano della parete cellulare batterica non essendo presente nelle cellule umane, rappresenta un bersaglio ideale per uccidere i batteri.

La Benzilpenicillina agisce al terzo stadio del processo di formazione del peptidoglicano , impedendo la formazione dei legami crociati della parete cellulare.

La formazione di tali legami è catalizzata da un gruppo di enzimi i PBP (penicillin binding proteins) localizzati sulla faccia esterna della membrana.

I PBP rimuovono un residuo di D-alanina terminale dal pentapeptide, rilasciando energia che viene utilizzata per la formazione dei legami crociati nel peptidoglicano.

La Benzilpenicillina inibisce le PBP mediante un meccanismo competitivo, perche somiglia al dimero D-ala D-ala.

Il legame betalattamico viene cosi scisso da parte dei PBP e la Benzilpenicillina scissa si fissa covalentemente all’enzima formando un complesso acil-enzima molto stabile.

Gli enzimi, così bloccati, non sono più in grado di catalizzare le reazioni di sintesi del peptidoglicano e il risultato finale e' una lisi della cellula batterica.

La Benzilpenicillina e' sensibile alle beta-lattamasi che sono enzimi prodotti da alcuni batteri, che sono in grado di distruggere gli antibiotici betalattamici (penicilline, ma anche cefalosporine), perchè riescono ad aprire l'anello betalattamico e creare resistenza.

la benzilpenicillina ha un breve emivita per questo sono state proposte delle formulazioni a rilascio prolungato. Si tratta di esteri o sali della penicillina che determinano un effetto deposito nel punto di iniezione (somministrazione parenterale) con rilascio lento del farmaco e realizzazione di livelli ematici persistenti. - Penicillina procaina (penicillina G + procaina, livelli ematici costanti per 24h) - Penicillina benzatina (penicillina G + benzatina, livelli ematici elevati per circa un mese)

[modifica] INDICAZIONI

e' attiva principalmente verso cocchi Gram+, bacilli Gram+ (Corynebacterium e Listeria), anaerobi, spirochete

  • Angina streptococcica

[modifica] CONTROINDICAZIONI

[modifica] POSOLOGIA

Somministrazione per via parenterale perche e' acido-sensibile.

  • Infezioni lievi e moderate delle prime vie respiratorie

(sostenute da streptococchi del gruppo A), una singola iniezione di 1.200.000 U.I. per gli adulti ed una dose variabile da 300.000 a 900.000 U.I. per i bambini.

  • Infezioni veneree:

-sifilide primaria, secondaria e latente, 2.400.000 U.I. in un`unica somministrazione

-sifilide terziaria e neurosifilide, 2.400.000 U.I. ad intervalli di 7 giorni per tre volte

  • blenorragia, 1.200.000 U.I. in un`unica somministrazione;

Profilassi della febbre reumatica - 600.000 U.I. da ripetersi ogni due settimane o 1.200.000 U.I. ogni mese.

[modifica] AVVERTENZE

[modifica] INTERAZIONI

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

[modifica] LINK CORRELATI

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social