^ TORNA SU

Donepezil

Da Wikifarmaco.
(Reindirizzamento da Aricept)
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

Donepezil.jpg

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

La malattia di Alzheimer è caratterizzata dalla perdita progressiva di neuroni colinergici centrali con conseguente abbassamento dei livelli del neurotrasmettitore acetilcolina (sostanza chimica che permette alle cellule nervose di comunicare tra loro)

Il Donepezil è un inibitore reversibile dell'acetilcolinesterasi, un enzima che degrada l’acetilcolina. Bloccando quest'enzima, il donepezil favorisce un aumento dei livelli di acetilcolina nel cervello, il che compensa i deficit cognitivi e determina un temporaneo miglioramento della qualità della vita del malato di Alzheimer.

[modifica] INDICAZIONI

Trattamento sintomatico della demenza nelle persone per le quali è stata diagnosticata la malattia di Alzheimer.

[modifica] CONTROINDICAZIONI

  • Pazienti con nota ipersensibilità al donepezil

[modifica] POSOLOGIA

Iniziare la terapia con 5 mg, ogni sera, prima di coricarsi. Questa dose dovrà essere mantenuta per almeno un mese per poter valutare le prime risposte cliniche al trattamento e consentire il raggiungimento delle concentrazioni allo stato stazionario di donepezil. Dopo la valutazione clinica del trattamento somministrato per un mese alla dose di 5 mg/die, la dose può essere aumentata a 10 mg/die (massima dose giornaliera raccomandata) in monosomministrazione giornaliera.

[modifica] EMIVITA

70 ore

[modifica] AVVERTENZE

  • Gli inibitori della colinesterasi possono aumentare il rilassamento muscolare determinato dalla succinilcolina durante l'anestesia .
  • Gli inibitori della colinesterasi possono avere effetti vagotonici sulla frequenza cardiaca (es. bradicardia). L’effetto di questo meccanismo può essere particolarmente rilevante nei pazienti con “malattia del nodo del seno” o con altri disturbi della conduzione cardiaca sopraventricolare, come blocco atrioventricolare o senoatriale.
  • Gli inibitori delle colinesterasi possono aumentare la secrezione acida gastrica a causa di un aumento dell'attività colinergica. I pazienti che sono maggiormente a rischio per lo sviluppo di ulcera, per esempio quelli con una storia pregressa di ulcera o quelli in terapia concomitante con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), devono essere monitorati per l’insorgenza di eventuali sintomi.
  • I farmaci colinomimetici possono causare ostruzione del flusso urinario
  • Gli inibitori della colinesterasi devono essere prescritti con cautela ai pazienti con una storia di asma a o di pneumopatia ostruttiva.
  • Comportamento aggressivo: Nei malati di Alzheimer di grado severo, il Donepezil deve essere usato con cautela nei pazienti a rischio di aggressione

[modifica] INTERAZIONI

Donepezil può interferire con i farmaci dotati di attività anticolinergica

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Crampi Muscolari
  • Affaticabilità
  • Bradiaritmie

[modifica] LINK CORRELATI

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social