^ TORNA SU

Actigrip tosse mucolitico

Da Wikifarmaco.
Avvertenze.png
Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Indice

1 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

ACTIGRIP TOSSE MUCOLITICO “20 mg/ml soluzione orale, gusto mentolo”

2 COMPOSIZIONE

Questo prodotto contiene 20 mg di guaifenesina in ogni ml (100 mg in 5 ml).

Ogni ml contiene inoltre:

etanolo 39,7 mg;

Ponceau 4R (E124) 0,05 mg;

sodio 1,8 mg;

glucosio;

fruttosio.

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere il foglio illustrativo.

3 FORMA FARMACEUTICA

Soluzione orale.

Liquido rosso da trasparente a leggermente opalescente.

4.1 INDICAZIONI

Questo prodotto è indicato per contribuire a sciogliere catarro e le esigue secrezioni bronchiali associate a tosse grassa, per l’impiego negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 12 anni.

4.2 POSOLOGIA

Adulti e adolescenti al di sopra dei 12 anni:

Per somministrazione orale: 10 ml (200 mg di guaifenesina) 4 volte al giorno.

Dose giornaliera massima: 40 ml (800 mg di guaifenesina).


Bambini al di sotto dei 12 anni:

Non raccomandato.


Anziani:

Come per gli adulti.


Disfunzione epatica/renale

Usare cautela in caso di grave insufficienza epatica e renale.


Se la tosse persiste da più di 7 giorni, tende a recidivare o è accompagnata da febbre, eruzione cutanea o cefalea persistente, consultare un medico.

4.3 CONTROINDICAZIONI

Questo prodotto è controindicato nei soggetti con ipersensibilità accertata al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

4.4 AVVERTENZE E PRECAUZIONI

Questo prodotto non deve essere usato per tosse persistente o cronica, come accade con l’asma, o laddove la tosse sia accompagnata da secrezioni eccessive, salvo indicazione di un medico.

Una tosse persistente può essere segno di una condizione seria. Se la tosse persiste da più di 7 giorni, tende a recidivare o è accompagnata da febbre, eruzione cutanea o cefalea persistente, consultare un medico.

Usare cautela in caso d’impiego del prodotto in presenza di grave insufficienza renale o epatica.

L’uso concomitante di soppressivi della tosse non è raccomandato.

I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio o di malassorbimento di glucosio–galattosio non devono assumere questo farmaco.

Questo prodotto contiene etanolo a 4,7 vol. % (alcool), vale a dire fino a 400 mg per dose, equivalenti a circa 10 ml di birra o 4 ml di vino per dose di 10 ml.

Questo può essere dannoso per i soggetti che soffrono di alcolismo. Il contenuto di etanolo deve essere preso in considerazione per le donne in gravidanza o che allattano al seno, per i bambini e i gruppi ad alto rischio come i pazienti con malattia epatica o renale oppure epilessia.

Questo prodotto contiene il colorante rosso Ponceau 4R (E124) che può causare reazioni allergiche.

Questo prodotto contiene 17,6 mg di sodio per dose di 10 ml. Ciò deve essere tenuto in considerazione da soggetti che seguono una dieta sodica controllata.

4.5 INTERAZIONI

Se le urine vengono raccolte entro 24 ore dall’assunzione di una dose di questo prodotto, un metabolita della guaifenesina può causare un’interferenza cromatica con le determinazioni di laboratorio dell’acido 5–idrossindolacetico urinario (5–HIAA) e dell’acido vanillilmandelico (VMA).

Farmaci espettoranti come la guaifenesina non devono essere associati a soppressivi della tosse nel trattamento della tosse stessa, in quanto questa associazione è inadeguata e i pazienti possono essere esposti ad effetti collaterali inutili.

4.6 GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Non vi sono informazioni sufficienti relative agli effetti della somministrazione di questo prodotto durante la gravidanza negli esseri umani.

Questo prodotto non deve essere usato durante la gravidanza, a meno che il potenziale beneficio del trattamento per la madre superi i possibili rischi per il feto.

Non è certo se la guaifenesina venga escreta nel latte materno.

4.7 EFFETTI SUL GUIDARE/USARE MACCHINARI

Sulla base del suo profilo farmacodinamico, la guaifenesina non ha alcuna influenza sulla capacità di guidare e utilizzare macchinari.

4.8 EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti indesiderati seguenti possono essere associati all’uso di guaifenesina:

Patologie del sistema nervoso: reazioni di ipersensibilità (frequenza – non nota).

Patologie gastrointestinali: disagio gastrointestinale, nausea, vomito (frequenza – non nota).

4.9 SOVRADOSAGGIO

Sintomi e segni

I sintomi e i segni di sovradosaggio possono comprendere disagio gastrointestinale, nausea e sonnolenza.


Trattamento

Il trattamento deve essere sintomatico e di supporto.


DATA DI REVISIONE DEL TESTO: Settembre 2012 </div>

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social