^ TORNA SU

Calcidiolo

Da Wikifarmaco.
(Reindirizzamento da 25-idrossicolecalciferolo)
Avvertenze.png
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Clicca su "►" per espandere:

Indice

[modifica] SPECIALITÀ

[modifica] STRUTTURA

Calcidiolo.png

[modifica] MECCANISMO D’AZIONE

Il Calcidiolo, chiamato anche calcifediolo e conosciuto con il termine chimico di 25-idrossicolecalciferolo, è il primo metabolita della vitamina D3 (colecalciferolo).

Il Calcidiolo diventa attivo attraverso una idrossilazione che avviene a livello renale con la formazione dell'Calcitriolo chiamato anche 1,25 diidrossicolecalciferolo o anche 1,25 (OH)2D3 , forma biologicamente attiva della vitamina D che agisce principalmente aumentando l’assorbimento intestinale di calcio e esercita anche un effetto diretto sui reni aumentando la ritenzione di calcio e fosfati mediante un riassorbimento tubulare.

[modifica] INDICAZIONI

  • Rachitismo
  • Osteomalacia
  • Osteoporosi postmenopausale
  • Osteodistrofia da insufficienza renale con emodialisi prolungata
  • Prevenzione e trattamento dell'ipocalcemie indotta da corticosteroidi
  • Ipocalcemia del neonato prematuro e come coadiuvante nei bambini allattati al seno, perché il latte materno di solito ha bassi livelli di vitamina D.
  • Ipoparatiroidismo

[modifica] CONTROINDICAZIONI

  • Pazienti con ipercalcemia
  • Ipersensibilità alla vitamina D
  • Gravidanza e allattamento

[modifica] POSOLOGIA

Adulti (Osteomalacia, Osteoporosi, Ipocalcemia da Osteodistrofia renale, Ipoparatiroidismo): 0,1-0,2 mg (10-20 gocce di Didrogyl) a giorni alterni.

Bambini:

  • Ipocalcemia del neonato prematuro: 1 o 2 gocce i Didrogyl al giorno per 5 giorni.
  • Rachitismo: 4-10 gocce i Didrogyl al giorno. *Rachitismo vitamino-resistente: 30-60 gocce i Didrogyl al giorno, a livelli progressivi in funzione dei risultati biologici (calcemia, calciuria, fosforemia) e clinici.
  • Osteodistrofia renale ed emodialisi prolungata: 4-15 gocce i Didrogyl al giorno.
  • Ipocalcemia da corticoterapia, da ipoparatiroidismo e da anticonvulsivanti: 5-20 gocce i Didrogyl al giorno.

[modifica] AVVERTENZE

  • Controllare ripetutamente la calciuria e la calcemia per evitare rischi di iperdosaggio

[modifica] INTERAZIONI

La Colestiramina riduce l'assorbimento intestinale di Calcidiolo.Assumere il calcidiolo almeno 1 ora prima o 4 ore dopo l’ingestione di Colestiramina.

[modifica] EFFETTI COLLATERALI

Effetti collaterali generalmente dovuti a livelli alti sierici di calcio (Ipercalcemia): Debolezza, polidipsia (sete intensa), cefalea, nausea, vomito, anoressia, poliuria.

[modifica] LINK CORRELATI

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti
Social